19/09/2023

Pratica Bioenenergetica: una via contro lo stress

Ogni tensione muscolare, sia essa cronica (parte cioè della nostra armatura caratteriale), oppure gene- rata da uno stress temporaneo di qualsiasi genere e gravità è un «buco» nella nostra capacità di sentire il nostro corpo, quindi di percepire noi stessi.
21/10/2021
Le-emozioni-modificano-dna-pratica-bioenergetica

Le emozioni modificano il DNA

I ricercatori della HeartMath hanno compreso, dopo due decenni di studi, come pensieri, sentimenti e intenzioni siano in grado di apportare modificazioni al progetto originario descritto nel DNA.
20/10/2021
Richard-Feynman-pratica-bioenergetica

La scienza è credere nell’ignoranza degli esperti

«La scienza è credere nell'ignoranza degli esperti», ha affermato Richard Feynman. Feynman vinse il premio Nobel per la fisica. Fu un docente notevole: i suoi appunti delle lezioni sono ancora diffusi. Ha previsto la nanotecnologia e l'informatica quantistica. Fece parte della commissione incaricata di identificare la causa del disastro dello space shuttle Challenger. C'è un bellissimo discorso di sua figlia e ci sono molte interviste con sua sorella che è diventata lei stessa un fisico. Ho letto Feynman da giovane adulto e da allora ha plasmato la mia visione del mondo.
12/08/2021
Forma-ombelico-praticabioenergetica

L’ombelico: il nostro centro

La porta d’entrata più antica al nostro corpo profondo Sapevi perché mettere oli diversi nell’ombelico? Il nostro ombelico (Nabhi) è un dono incredibile che il nostro […]
19/04/2021
cerchio-di-adulti-pratica-bioenergetica

Siamo animali sociali e le relazioni ci aiutano a sentire chi siamo

Aristotele ha definito l'uomo un "animale sociale". Chissà se oggi avrebbe continuato a definirlo tale o addirittura gli avrebbe dato l'appellativo di "social" Abbiamo bisogno per vivere, di relazioni con i nostri simili e con il mondo che ci circonda. L’isolamento, la solitudine, quando non espressamente ricercate, sono condizioni che mortificano la vita, la rendono pesante, quando poi non sono portatrici di vero e proprio disagio e malattia.