Gruppo mensile di Pratica Bioenergetica e Parola

  • cerchio-di-adulti-pratica-bioenergetica
  • cerchio-di-persone-pratica-bioenergetica
  • Bioenergetica e Yoga per l'attore
  • Pratica Bioenergetica del mercoledì sera

L’uomo possiede una propria saggezza innata che lo porta, fin dalla nascita, che ci porta, a cambiare per adattarsi sempre di più all’ambiente in cui viviamo, a volte, a discapito del benessere. Ci abituiamo a vivere nella puzza senza sentirla, a stare nella scomodità senza percepirla, a limitarci senza sentire il bisogno di liberarci e sfruttando le enormi capacità adattive che la mente ci allontaniamo dal nostro sentire, abbassiamo le nostre energie, respiriamo meno e più superficialmente e il rischio è quello di non vivere profondamente la vita che potremmo.

Ricordiamoci che ci siamo sviluppati fin da piccoli nella libertà di movimento, di espressione e di pieno utilizzo delle nostre risorse, innate e acquisite. Un’istintualità che è la vera nostra parte saggia.

Ma le continue costrizioni, i fallimenti e le censure nell’espressione della vitalità, ci fanno allontanare dalla nostra natura.

Se desideriamo recuperare la nostra antica energia, quella di cui madre natura ci ha donato, serve un lavoro di pulizia per permettere che la nostra vitalità e la nostra saggezza corporea possano riemergere.

La pratica bioenergetica di gruppo, in cerchio è contenitore non giudicante cheoffre sostegno e sicurezza, un luogo in cui poter far riemergere la nostra espressività. Inoltre in quanto insieme di corpi diviene organismo di trasmissione dell’energia dal singolo al gruppo, conosciuto in scienza come fenomeno di risonanza quantistica.

In fisica quantistica due elettroni con frequenze di oscillazione proprie, quando entrano in connessione tra loro, riorganizzano il proprio campo energetico in modo da assumere la medesima frequenza di oscillazione.

Risonanza-quantica-pratica-bioenergetica
I campi morfici. Le informazioni invisibili

Allo stesso modo una persona all’interno di un gruppo, aperto e disponibile, riesce a raggiungere livelli di esplorazione della propria esperienza somatica più profondi per effetto della risonanza con il gruppo che lavora con lei. È come se la persona sentisse risuonare dentro di sé delle note a cui prima era del tutto sorda. La circolazione dell’energia può diventare visibile grazie alle piccole vibrazioni muscolari che sorgono spontaneamente in seguito alla qualità dei movimenti suggeriti. Spesso durante la pratica capita, che la vibrazione di un componente influiscano ed accelerino l’insorgere delle vibrazioni negli altri componenti del gruppo, anche in rpincipainti ai loro primi incontri.

Risonanza morfica

Il biologo Rupert Sheldrake ha sviluppato la teoria dei campi morfici secondo cui se un certo numero di organismi sviluppa alcune proprietà comportamentali, psicologiche o anche organiche, queste vengono automaticamente acquisite, per un fenomeno detto risonanza morfica, dagli altri membri dello stesso gruppo o della stessa specie. Così il corpo morfico individuale può essere trasmesso e ricevuto da altri campi simili.

Il raggiungimento di un buon stato di vibrazione del corpo è uno degli obiettivi del lavoro bioenergetico, questo stato favorisce l’emersione delle emozioni in esso trattenute e ogni emozione trattenuta crea tensione, non solo psichica ma anche tensione muscolare, che dal punto di vista psicosomatico è ansia, energia trattenuta che genera malessere; ogni emozione non espressa aumenta il livello di stress percepito.

Una volta che saremo più in contatto con le nostre emozioni e sensazioni, all’interno di un gruppo accogliente e non giudicante, avremo la possibilità di portare a galla e tradurre in parola, quello che è quasi sempre nascosto dietro le nostre tante difese, quello che mettiamo dopo i nostri doveri e che è soverchiato dalla sempre maggior quantità di faccende e impegni.
Una volta raggiunto questo stato dell’essere più elevato, ma nel contempo radicato, possiamo sperimentare la facilità con cui emerge la nostra parte più vera, senza maschere e filtri, e come, in un contesto gruppale di accoglienza e attenzione reciproca, viviamo la possibilità di sciogliere nodi cruciali della nostra vita.

Gli incontri saranno centrati sui bisogni e le necessità dei partecipanti.


Nel primo incontro, lavoreremo per far salire il livello energetico-pulsatorio-respiratorio del gruppo
con una sessione a tema:

RESPIRO È SPIRITO

CONDUTTORE

Daniele Guainazzi counselor a mediazione corporea, insegnante di Bioenergetica, di yoga ed esperto di discipline orientali.

QUANDO e DOVE

Sabato 23 ottobre 2021
Sabato 20 novembre 2021
Sabato 18 dicembre 2021

Ci ritroviamo per la prima volta alle 9:30 di sabato 23 ottobre presso il Centro Camminando (citofono ASSOCIAZIONE CAMMINANDO) di Sesto San giovanni (Milano – MM1 Sesto Rondò) e contiamo di finire intorno alle 13:00, si consiglia abbigliamento comodo.

INFO

Il costo per la partecipazione ad ogni singolo incontro è di € 40 previo telefonata conoscitiva.
Potete contattarmi al numero:
338 7337286 (Daniele)
oppure via email: guainazzi@gmail.com

Segui l’evento su FB

Approfondimenti sulla pratica bioenergetica e su altre attività:

www.biosofia.it
www.praticabioenergetica.it